Insegne a led

Insegna per il negozio: quando considerarla brutta e come evitarlo

Qualsiasi negozio desideroso di differenziarsi dai competitor e di fidelizzare la propria clientela, nonché di attirare l’attenzione di nuovi acquirenti, deve porre molta attenzione nello studio e nella personalizzazione della propria insegna.

Insieme alla vetrina, infatti, l’insegna può essere considerata come un vero biglietto da visita di un esercizio commerciale, rappresentando uno dei tanti elementi che contribuiscono a brandizzare efficacemente l’attività.

Un’insegna brutta non può che provocare un riscontro negativo, determinando un istintivo rigetto nel cliente che la osserva. Con quale risultato? L’avventore finisce inevitabilmente per cercare altri negozi in cui fare i propri acquisti. Una vera perdita. Fortunatamente, correre ai ripari è possibile.

In questo articolo, cercheremo di dare alcuni consigli per capire quando un’insegna può considerarsi brutta. Forniremo inoltre qualche dritta sulle strategie per migliorarla, partendo dalla grafica fino all’adozione delle più innovative soluzioni disponibili sul mercato. È il caso, per esempio, delle insegne luminose a LED per esterni.

 

Cosa si intende per “insegna brutta”

Sono tanti gli elementi che contribuiscono a rendere una insegna “brutta”. Non è solo una semplice questione di estetica.

Un’insegna brutta è innanzitutto un’insegna che risulta inadeguata al tipo di esercizio commerciale che rappresenta. Un’insegna considerabile brutta presenta inoltre tratti distintivi totalmente sconvenienti. Si tratta infatti di un’insegna:

  • Poco curata;
  • Con caratteri che si leggono con difficoltà;
  • Montata su supporti arrugginiti;
  • Con una grafica poco accattivante;
  • Non sufficientemente illuminata;
  • Rovinata dall’inevitabile usura del tempo.

Ci sono alcuni elementi da evitare in maniera assoluta quando si sceglie l’insegna del proprio negozio o si decide di sottoporla a un restyling. Come del resto, ci sono determinati aspetti imprescindibili da tenere in considerazione per rendere questo biglietto da visita dell’attività commerciale vincente e competitivo sul fronte della comunicazione.

Scopriamo insieme che cosa è importante evitare, fornendo al tempo stesso alcuni consigli mirati sulle possibili alternative da adottare.

 

La scelta dei font per le insegne luminose

 

Cosa evitare

Il font è uno dei principali elementi di un’insegna. Si tratta del carattere e delle specifiche forme che contraddistinguono le lettere con cui si compone il nome e l’eventuale claim del negozio. Siamo di fronte, quindi, a un fattore che salta immediatamente all’occhio del potenziale cliente.

L’errore più comune che contribuisce a rendere un’insegna “brutta”, nel caso specifico, riguarda la leggibilità. In molte circostanze, i testi dell’insegna risultano completamente illeggibili, persino a distanza ravvicinata. Ciò impatta negativamente sull’aspetto visivo suscitato nell’avventore, generando non solo fastidio estetico ma anche parecchia confusione.

In situazioni simili, non è raro infatti che il cliente non capisca di cosa si occupi nello specifico l’attività commerciale. Di conseguenza, l’istinto spontaneo è di non tenerla in considerazione per i propri acquisti.

Insegna per il negozio quando considerarla brutta e come evitarlo - cose da evitare

Cosa fare

Un buon font deve essere studiato per apparire leggibile, possibilmente anche a distanza. Deve inoltre possedere un determinato stile grafico e topografico, capace di sedurre il cliente a livello emotivo, conquistando il suo interesse e invogliandolo a entrare nel negozio per le sue spese.

Per poter raggiungere l’obiettivo può essere utile puntare su insegne retroilluminate a LED. Un’insegna ben illuminata riesce a spiccare in mezzo alle altre, consentendo di rendere immediatamente visibile e intuibile l’oggetto dell’esercizio commerciale.

 

Insegne tradizionali vs. insegne luminose a LED per esterni

 

Cosa evitare

Le classiche insegne piatte in vecchio stile realizzate con materiali quali il legno e il metallo possono certamente risultare eleganti. Ma al tempo stesso possono essere considerate “brutte” sul fronte della visibilità, in special modo nelle ore notturne.

Ricordiamo che lo scopo principale di un’insegna è di farsi notare. Nel senso positivo del termine, ovviamente, e in qualsiasi momento della giornata.

 

Cosa fare

Le insegne luminose a LED per esterni riescono a garantire la massima visibilità per l’intero arco della giornata, conciliandola con le necessità estetiche dell’attività commerciale.

Questo tipo di soluzione può infatti essere ottimizzata in base alle esigenze e alle richieste del negozio. L’adozione di scritte LED personalizzate permette di scegliere l’apparato stilistico di font e colori nella sua totalità nonché di poter adattare le dimensioni dei caratteri.

In questo modo, l’insegna risulterà visibile sia di giorno sia di notte, assicurando inoltre un piacevole effetto estetico in piena linea con la natura dell’attività commerciale.

 

Scritte LED personalizzate… ma non troppo

 

Cosa evitare

Nel momento in cui i gestori di un esercizio commerciale si trovano a scegliere o a riadattare la propria insegna, possono facilmente cadere nell’errore di eccedere con l’originalità e la creatività.

La personalizzazione spinta ai limiti estremi può condurre a un risultato opposto rispetto a quello che si cerca di ottenere: attirare di certo l’attenzione ma negativamente.

Colori eccessivamente pasticciati possono per esempio creare confusione visiva. O ancora, un logo troppo elaborato può letteralmente risultare invadente nell’intero contesto grafico dell’insegna, provocando in chi la vede una certa repulsione.

 

Cosa fare

La parola d’ordine è non strafare. Soluzioni come le scritte LED personalizzate permettono di rendere un’insegna bella ed efficiente, rispecchiando alla perfezione il tema portante del negozio.

Per evitare di cadere in facili eccessi che possono snaturare l’essenza dell’attività commerciale, è bene rivolgersi a professionisti esperti nella ideazione e nella realizzazione di insegne luminose a LED per esterni che saranno in grado di consigliare le soluzioni tecniche, grafiche ed estetiche migliori per ottenere i massimi risultati comunicativi.

 

Dielle Building: specialisti nelle insegne luminose a LED per esterni

Dielle Building è una realtà specializzata nella ideazione e nella realizzazione di strumenti per la comunicazione aziendale interna ed esterna a tutto tondo. Le insegne luminose a LED sono solo una tra le nostre soluzioni più valide per rendere un’attività commerciale forte sul mercato e capace di fronteggiare con successo i propri competitor.

Collaboriamo con ogni tipologia di impresa, sia essa di piccole, medie o grandi dimensioni, offrendo innovative proposte, quali:

Forniamo inoltre un servizio di rebranding per dare una nuova spinta a ogni genere di azienda o marchio.

 

Per conoscere da vicino tutte le nostre proposte o per ricevere un preventivo, contattaci o vieni a trovarci a Ozzero, in provincia di Milano.